Sir Antonio Pappano

Dalla stagione 2023 2024 Antonio Pappano è Direttore Emerito dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, di cui è stato Direttore Musicale dal 2005 al 2023. Dal 2007 è Accademico Effettivo di Santa Cecilia.

Nei 18 anni della sua direzione musicale a Santa Cecilia ha eseguito oltre 650 concerti, tenuto a battesimo 14 brani in prima esecuzione assoluta, diretto, in forma di concerto, 11 opere liriche (fra cui Fidelio di Beethoven, Madama Butterfly e Turandot di Puccini, Un ballo in Maschera e Aida di Verdi, Re Ruggero di Szymanovsky e molti altri titoli); ha svolto tournée nazionali e internazionali insieme all’Orchestra e al Coro per un totale di oltre 250 concerti nelle più prestigiose sale da concerto del mondo (dalla Philharmonie di Berlino alla Carnegie Hall di New York, dalla Elbphilharmonie di Amburgo alla Philharmonie di Parigi e alle sale di Beijing, Mosca, San Paolo del Brasile, Buenos Aires, Tokyo). Sempre con i complessi dell’Accademia ha inciso 35 CD che hanno ottenuto i più importanti riconoscimenti internazionali (12 in tutto) fra cui Gramophone Award, Grammy Award, Echo Klassic Prize, ICMA per citarne alcuni. Inoltre ha ottenuto il Premio Abbiati della Critica Musicale Italiana per ben 3 volte per produzioni ceciliane: nel 2005 per i Requiem di Brahms Verdi e Britten; nel 2019 per West Side Story di Bernstein; nel 2023 per l’incisione della Messa di Gloria di Rossini.

keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right
Maestro Antonio Pappano Santa CeciliaMaestro Antonio PappanoMaestro Antonio Pappano

Grazie a Pappano il prestigio internazionale dell’Accademia è cresciuto enormemente, tanto che per ben tre volte l’Orchestra è stata nominata fra le prime 10 del mondo.

Nella sua brillante carriera Pappano ha ricoperto altri incarichi di prestigio: dal 2002 è Music Director del Covent Garden di Londra, mentre dal 2024 sarà Direttore principale della London Symphony Orchestra. In passato è stato Direttore Musicale della Norske Opera di Oslo nel 1990 e dal 1991 al 2002 ha ricoperto lo stesso ruolo al Théâtre Royal de la Monnaie di Bruxelles.

Nato a Londra nel 1959 da genitori italiani, studia pianoforte, composizione e direzione d’orchestra negli Stati Uniti. Ha diretto molte tra le maggiori orchestre del mondo, tra cui New York Philharmonic, Wiener Philharmoniker, Berliner Philharmoniker, Concertgebouw di Amsterdam, Chicago Simphony Orchestra, Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, London Symphony Orchestra, Staatskapelle Dresden, Gewandhausorchester di Lipsia e fra le tappe più prestigiose della sua carriera sono da ricordare i debutti alla Staatsoper di Vienna nel 1993, al Metropolitan di New York nel 1997 (dove è tornato nel 2021 per I Maestri Cantori di Norimberga di Wagner) e al Festival di Bayreuth nel 1999.

Meritano una menzione anche le numerose premiazioni e onorificenze ricevute: nel 2005 è stato nominato “Direttore dell’anno” dalla Royal Philharmonic Society, nel 2012 la regina Elisabetta lo ha nominato Cavaliere e nello stesso anno è stato anche nominato Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana. Nel 2015 gli è stata conferita la Laurea honoris causa dall’Università Tor Vergata e la Gold Medal della Royal Philharmonic Society.