Per la seconda volta nella sua storia centenaria, dopo la violinista georgiana Lisa Batiashvili nella stagione 2017-2018, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia ha invitato una musicista a collaborare in qualità di “artista in residenza”: nella Stagione 2022-2023 sarà la volta della pianista italiana Beatrice Rana.

Nel suo anno di residenza a Santa Cecilia, Beatrice Rana propone un progetto dedicato alle famiglie musicali e in particolare a Robert Schumann e la moglie Clara (di cui eseguirà i rispettivi Concerti per pianoforte e orchestra) e a Felix Mendelssohn e la sorella Fanny, le cui musiche suonerà insieme alla sorella Ludovica Rana al violoncello.

Nata da una famiglia di musicisti, Beatrice Rana si è imposta all’attenzione internazionale con la vittoria nel 2013 del concorso Van Cliburn, da allora si esibisce regolarmente nelle sale da concerto e nei festival più rinomati al mondo. Ha collaborato con direttori d’orchestra del calibro di Nézet-Séguin, Pappano, Chailly, Gergiev, Temirkanov, Noseda, Nagano, Slatkin e Mehta e con le orchestre più importanti del panorama internazionale. Tra gli appuntamenti recenti e futuri segnaliamo le tournée in Europa con la London Symphony Orchestra e Noseda, con la Bayerische Rundfunk e Nézet-Seguin, i debutti con la New York Philharmonic e la Boston Symphony Orchestra, esibizioni alla Carnegie Hall nell’ambito della serie Virtuoso, alla Philharmonie de Paris, al Gilmore Keyboard Festival, alla Laeiszhalle di Amburgo (Pro Arte Series), alla Philharmonie di Colonia e alla Liederhalle di Stoccarda.

Beatrice Rana registra in esclusiva per Warner Classics; ha già al suo attivo numerose incisioni acclamate dalla critica internazionale e vincitrici dei premi più prestigiosi. Ha inciso il suo primo album nel 2015 con la nostra Orchestra e Antonio Pappano (Concerto n. 2 di Prokof’ev e n. 1 di Čajkovskij) ottenendo l’autorevole riconoscimento Editor’s Choice del Gramophone Magazine e il premio Newcomer of the Year del BBC Music Magazine; nel 2017 ha inciso le Variazioni Goldberg di Bach, grazie al quale ha vinto i titoli di “Young Artist of the Year” ai Gramophone Awards e “Discovery of the year” agli Edison Awards. Il suo ultimo album solista, dedicato a Stravinskij e Ravel, è del 2019; di prossima uscita un CD con musiche di Chopin. Nel 2017 ha fondato il Festival “Classiche Forme” a Lecce, sua città natale, e dal 2020 è direttore artistico dell’Orchestra Filarmonica di Benevento. Beatrice Rana è ospite abituale dei concerti dell’Accademia.

 

I concerti di Beatrice Rana nella Stagione 2022/23 dell'Accademia di Santa Cecilia

3/4/5 novembre 2022

Orchestra
dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
direttore Antonio Pappano
pianoforte Beatrice Rana

Casa Schumann
Franz Schubert Sinfonia n. 8 “Incompiuta”
Clara Schumann Concerto per pianoforte
Robert Schumann Sinfonia n. 2

7 novembre 2022

Solisti
dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

pianoforte
 Beatrice Rana
pianoforte Antonio Pappano

Dvořák Quintetto per pianoforte e archi op. 81
Ravel Ma Mère l’Oye suite per pianoforte a quattro mani

Saint-Saëns Il Carnevale degli Animali

5/7/8 gennaio 2023

Orchestra
dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
direttore Jakub Hrůša
pianoforte Beatrice Rana

Concerto per il Nuovo Anno

Weber Il franco cacciatore: ouverture
Schumann Concerto per pianoforte
Beethoven Sinfonia n. 7

29 gennaio 2023

Family Concert: Romantik
violoncello Ludovica Rana
pianoforte Beatrice Rana 

Fanny Mendelssohn Fantasia in sol maggiore
Felix Mendelssohn Sonata n. 2 in re maggiore op. 58
Robert Schumann Fantasiestücke op. 73, 3 Romanze op. 94